Chiesa di Santa Maria

Chiesa di Santa Maria

Uno degli edifici sacri di maggior prestigio della Valle d’Aosta è l’antica chiesa di Santa Maria.

La testimonianza più antica dell’esistenza di questo stupendo edificio è riportata in un documento che risale alla fine del XII secolo, ma alcuni scavi della Soprintendenza hanno individuato strutture murarie del V secolo dopo Cristo che con ogni probabilità formavano un complesso paleocristiano, composto da due edifici affiancati collegati da un battistero.

Al centro del battistero sono stati ritrovati i resti di una vasca ottagonale abbastanza profonda e larga, che veniva utilizzata per il battesimo per immersione, rito che risale al periodo della prima cristianizzazione.
C’è da ricordare una terza realizzazione, da collocare nel tempo tra quella paleocristiana e l’edificio attuale.

Si tratta della chiesa altomedievale a tre absidi che si aprivano su un’unica ampia navata. Nel XVI secolo i due pilastri centrali della navata principale furono demoliti e sostituiti da un arcone e vennero realizzate le volte a crociera con archi e costoloni.

A questo periodo risalgono anche gli affreschi sugli archi delle volte, la costruzione della cantoria e del trave trionfale; venne inoltre ampliato il coro, furono realizzate una sacrestia sotto il campanile e una sul lato orientale della chiesa e due cappelle esterne lungo il muro sud.

Tra il XVII e il XVIII secolo il presbiterio venne elevato, le finestrelle a feritoia lasciarono il posto ai finestroni attuali e nella chiesa venne sistemato l’altare barocco ligneo.

Il campanile, di forma quadrata e costruito in muratura, è stato innestato sulle strutture della chiesa altomedievale. Le finestre sono trifore in alto, bifore e monofore quelle sottostanti.

Di notevole bellezza è l’affresco della parete nord raffigurante la Madonna in trono con Gesù Bambino, sui lati San Giovanni Battista e un altro santo, ai piedi due devoti con i figli; meritano una segnalazione anche un resto di affresco del XIV secolo che raffigura San Maurizio, e il ciclo pittorico raffigurante i profeti sugli archi della volta della navata centrale che risale al 1546.

La chiesa, già in origine dedicata alla Vergine, fu sede della parrocchia sino alla fine del XVIII secolo, e cioè fino a quando non fu portata a termine la costruzione della nuova chiesa parrocchiale nel borgo, nel 1792.

zoomgeolocalization

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email