Maison Bruil

Maison Bruil

La Maison Bruil di Introd è uno dei maggiori esempi dell’architettura rurale del Gran Paradiso. Si caratterizza come un’antica casa rurale a funzioni concentrate: tutti gli spazi necessari alla sopravvivenza di persone e animali erano infatti raggruppati sotto un unico tetto.

La forma attuale è frutto di una evoluzione architettonica complessa databile tra il 1680 ed il 1856, periodo in cui diversi corpi di fabbrica si sono fusi a formare un unico nucleo.

La visita si snoda su tre piani fra i vari ambienti tipici della casa tradizionale e riportati con un restauro alla loro funzione originaria.

La “crotta”, la ghiacciaia naturale, il “crotteun”, il “peillo”, le zone di essiccazione e il solaio sono alcuni degli spazi a disposizione del pubblico che voglia approfondire la propria conoscenza sulla architettura tradizionale.

Esposizione “Conserver le souvenir…se souvenir pour conserver”

L’esposizione “Conserver le souvenir…se souvenir pour conserver” ha l’obiettivo di far conoscere i prodotti tradizionali e l’evoluzione delle tecniche di conservazione dei prodotti alimentari nel corso dei secoli.

L’allestimento dei diversi ambienti della casa di un tempo fornisce lo spunto per approfondimenti sul tema dell’alimentazione tradizionale, con testimonianze in dialetto e riproduzioni interattive.

Nelle zone montane, come Introd, nei luoghi dove la terra riposa per lunghi mesi e non è coltivabile durante tutto l’anno, la popolazione ha potuto insediarsi soltanto dopo aver prodotto le risorse per cibarsi tra un raccolto e l’altro e aver studiato le modalità e i tempi di conservazione degli alimenti secondo principi fisici e chimici diversi: il freddo, la salatura, l’essicazione, l’affumicatura, l’isolamento dall’aria e dalla luce.

'' Audioguida   '' Download

zoomgeolocalization

CONDIVIDI

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email